giovedì

How to dance at a indie-rock party


Forse sarà più difficile per quelli che come me hanno avuto un passato da fricchettona esoterica, ma ballare l’indie-rock è possibile, basta ripetere alcune mosse fondamentali.
Elenco di mosse in ordine di importanza:

Il Para-culo. [Dunque: mentre prima lo esponevo molto in fuori perché l’afro music richiedeva di muoversi come aborigeni in trance, ora la storia è diversa.] Niente chiappe protese, ma strette e incassate in dentro, il bacino leggermente in avanti, gambe piegate.

Il Colpo di frusta. La schiena è eretta e le spalle stanno sempre tese, se ci si piega lo si fa di addominale con la colonna ben dritta, come se tutto il nostro torace fosse un blocco solo. [È bello ricordare come un tempo ero libera di sciogliere la schiena sulla pista da ballo del Melody Mecca e agitare le mani verso terra come una scimmia boro-boro. ]


Il Maratoneta sempre pronto. I gomiti. Mai staccarli dal costato e puntarli su fegato e milza: ti daranno scosse per continuare a tenere il ritmo. Muovere gli avambracci avanti e indietro ad una velocità forsennata, ma costante. E chiudere gli occhi. [Quelli li chiudevo anche allora, ma le mani e le braccia erano tipo serpentoni che attorcigliavo tra loro, alzavo al cielo come in attesa dell’ascesa di un santone, mentre intanto emulavo le divinità indiane dalle mille braccia.]

Lo Schiaccia quella mosca fastidiosa. Pestare sfrenatamente i piedi a terra, alternativamente, come se ci fossero insetti pelosi sotto di voi. Non sono saltellii o pestatine, sono dei veri e propri affondi sul pavimento.
[Quando ballavo l’afro muovevo le gambe in avanti e non lateralmente ed era più che altro uno strofinio sul pavimento, un ballonzolio simile ad uno srotolamento di nervi.]

Il Il tuo borsello non mi piace. Scuotere la testa in segno di disapprovazione, inclinandola solo da un lato ( per tale ragione non è un no che manifestate ma un ni). Il ciuffo e la frangetta aiutano la concitazione intrinseca del movimento. Sbizzarritevi - con parsimonia - lanciando la chioma fluente a destra e a manca in un giro vorticoso del capo. Non ripetetelo troppo spesso o sarete additati come buffoni. [In contesti fricchettoni più uno muove la testa più esprime il suo stato di prossimità col Nirvana. Quante volte mi sono ritrovata a guardare in alto con la braccia protese e il sedere all’infuori ad aspettare la trascendenza?]

Il L’audacia è virtù dei forti. Inventare di tanto in tanto gesti inusuali da alternare a quanto sopra per rendersi più accattivanti. Qualche esempio: il taglio del pane sul braccio, un battimani improvviso, una risata contro la spalla del compagno, un giro su se stessi con piede che pesta e l’altro sospeso.
[Se ballavo l’afro music non scherzavo quasi mai. L'unica cosa che mi permettevo di fare era mettermi di fronte ad un amico e fare la scimmia boro-boro assieme a lui.]


Una volta apprese queste semplici mosse non vi sentirete mai più delle cretine disarticolate. Sappiate che:
l’indie-rocker non sculetta, non muove vistosamente i fianchi, non ancheggia sensuale. Essa s’avvita sul posto scorticando il pavimento con i suoi piedini che scalpitano indomabili, si agita smodata con le braccia lungo il torace e assume sempre uno sguardo come dire....

1 commento:

clodia ha detto...

Brava Ramina!!!
Grazie a te ora saprò sempre cosa fare :-) !!!
Ti aspetto sulla prossima pista da ballo... Per mettere in pratica le nuove mosse...
Dobbiamo organizzare il video!!!