venerdì

La follia è un muro

La follia è un muro 
me l'ha detto Cobain, non Kurt ma l'altro.
Mi sta davanti da più o meno due settimane
naso camuso denti a cancelletto
due biglietti a teatro,
ma stanne certo che noi non ci andremo.


Non c'è niente che io possa fare
per convincerti  di farlo ancora.
Apriti quella camicia: sono la sartina delle delusioni.

Un botto ed un altro, di fuori c'è festa

un giorno
un altro giorno
ma non oggi,
e così via di seguito.




L'amore è un pettine.




L'eleganza è del vicino.




Non si può più fare affidamento 
sulle serrature.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

a piene mani, come sempre.

Erotici Eretici ha detto...

Buono 'sto veleno...

Y Y

rapida ha detto...

mi piace molto quel che leggo, molto.