martedì

Lei

Sicuramente non viene mai programmato.
Succede e se ne parla dopo.
E' una cosa repentina, difficile da spiegare, intuitiva, inarticolata.
Succede e basta.
Lei che cammina, e lo fa sicura, verso un punto preciso, verso qualcosa che ha visto anche senza gli occhiali. Sarà piena di sentori.
Mi viene da seguirla. Abbiamo appena preso da bere, non sappiamo dove siamo, dobbiamo ancora ambientarci, non c'è nessuno che conosciamo. Poco importa perché sono già là, a quel punto preciso, sul punto che succeda l'Inarticolato Evento, nel punto in cui diversamente non potrà più essere.






- Lui.
- Sicura?
- Lui.


Punta quel dito secco lontano verso un punto preciso. Non si sbaglia, è lui.


Ed è già successo. Repentino, inspiegabile, intuitivo ed inarticolato.


4 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma allora quando punto il dito io perché scappano tutte??

Ramina ha detto...

Ah, Piero che ne so??!! Perché sei uno che mette paura forse...

Giorgia ha detto...

ma tu punti il dito e poi glielo infili negli occhi!!: )

Anonimo ha detto...

Amatemi anche se sono maldestro!