venerdì


Ho sognato una grande piazza dove la gente non osava entrare, ammassata come sacchi dell'immondizia ai bordi delle strade. C'era una donna appesa ad un crocifisso e nessuno che le tamponava i polsi e le caviglie.
Appesa lassù e morente cercava un amico che vegliasse l'apertura del suo cielo.
Io sono una specialista di morti silienziose, d'agonie a piccole dosi, di litanie stonate tra le mura spesse delle case antiche. Io muoio ogni giorno e poi rinasco alle grida di osanna di chi mi chiama al telefono e non mi lascia dormire.

1 commento:

Cristian ha detto...

bella foto ... di chi è? e soprattutto dove è stata scattata? sai mi ricorda ... hai presente "LA Woman" il disco dei Doors ... beh al suo interno come quarta di copertina (si dice così?) c'è sta foto di una persona crocifissa ad un palo della luce ... bella ... sfondo giallo e soggetto nero ... purtroppo ai tempi fu ovviamente censurata ... niente volevo solo dirti questo ... associazione di idee, no? aPPresto ... ciao